Il libro del profeta Ioel, versione del 1607

Home >Versioni Bibliche > Tavola Bibbia Diodati 1607 > Ioel

Il libro del profeta Ioel.

1:1 La parola del Signore, laquale fu [indirizzata] a Ioel, figliuolo di Petuel.

1:2 Udite questo, o vecchi: e [voi,] tutti gli habitanti del paese, porgete l' orecchio: Fu [mai,] a' dì vostri, o a' dì de' padri vostri, una cotal cosa?

1:3 Raccontatela a' vostri figliuoli: e [raccontinla] i vostri figliuoli a' lor figliuoli, & i lor figliuoli ad un' altra generatione.

1:4 La locusta ha mangiato il rimanente della ruga, e 'l bruco ha mangiato il rimanente della locusta, e 'l grillo ha mangiato il rimanente del bruco.

1:5 Destatevi, ebriachi, e piangete; e [voi,] bevitori di vino tutti, urlate per cagion del mosto; percioche v' è del tutto tolto di bocca.

1:6 Percioche è salita contro al mio paese una natione poderosa, [et'] innumerabile: i suoi denti [sono] denti di leone, & ha de' mascellari di fiero leone.

1:7 Ha diserte le mie viti, e scorzati i miei fichi: gli ha del tutto spogliati, e gittati via; i tralci di quelle sono divenuti tutti bianchi.

1:8 Lamentati, come una vergine cinta d' un sacco per lo marito della sua fanciullezza.

1:9 L' offerta di panatica, e da spandere, è del tutto mancata nella casa del Signore: i sacerdoti, ministri del Signore, hanno fatto cordoglio.

1:10 I campi sono guasti, la terra fa cordoglio: percioche il formento è stato guasto, il mosto è seccato, [e] l' olio è venuto meno.

1:11 Lavoratori, siate confusi; urlate vignaruoli; per cagion del formento, e dell' orzo: percioche la ricolta de' campi è perita.

1:12 La vite è seccata, e 'l fico si vien meno: il melagrano, [et] anche la palma, e 'l melo, [e] tutti gli [altri] alberi della campagna, sono secchi: la letitia è pur seccata, [e tolta] d' infra i figliuoli degli huomini.

1:13 Cingetevi [di sacchi,] e piangete, o sacerdoti: urlate, ministri dell' altare: venite, passate la notte in sacchi, ministri dell' Iddio mio: percioche l' offerta di panatica, e da spandere, è divietata dalla casa dell' Iddio vostro.

1:14 Ordinate il digiuno, bandite la solenne raunanza, raunate gli antiani, [e] tutti gli habitanti del paese, nella casa del Signore Iddio vostro; e gridate al Signore.

1:15 Ahi lasso me, che giorno è questo! percioche il giorno del Signore [è] vicino, e verrà come un guasto [fatto] dall' Onnipotente.

1:16 Non è il cibo del tutto mancato davanti agli occhi nostri? [e] la letitia, e 'l festeggiare, nella casa dell' Iddio nostro?

1:17 Le granella sono marcite sotto alle lor zolle; le conserve sono diserte, i granai sono distrutti: percioche il formento è seccato.

1:18 Quanto hanno sospirato le bestie, [e quanto] sono state perplesse le mandre de' buoi, percioche non hanno havuto alcun pasco! le mandre delle pecore sono state desolate anch' elle.

1:19 Signore, io grido a te: percioche il fuoco ha consumati i paschi del diserto; e la fiamma ha divampati tutti gli alberi della campagna.

1:20 Le bestie della campagna agognano anch' elle a te: percioche i letti dell' acque sono seccati, e 'l fuoco ha consumati i paschi del diserto.

2:1 Sonate con la tromba in Sion, e sclamate nel monte mio santo: sieno commossi tutti gli habitanti del paese; percioche il giorno del Signore viene, percioche [è] presso.

2:2 Giorno di tenebre, e di caligine; giorno di nuvola e di folta oscurità, che si spande su per li monti, come l' alba: un grande, e poderoso popolo, il cui simile non fu giammai, e dopo ilquale non ne sarà giammai più [il simigliante,] per niuna età.

2:3 Davanti a lui il fuoco consumerà, e dietro a lui la fiamma divamperà: la terra [sarà] davanti a lui come il giardin d' Eden, e dietro a lui [sarà] un diserto disolato; & anche nulla scamperà da lui.

2:4 Il loro aspetto [sarà] come l' aspetto de' cavalli, e correranno come cavalieri.

2:5 Salteranno su per le sommità de' monti, facendo strepito simile a quel de' carri, [et] a quel della fiamma del fuoco, che consuma della stoppia; come un poderoso popolo, apparecchiato alla battaglia.

2:6 I popoli saranno angosciati per la sua presenza, ogni faccia diverrà fosca come una pignatta.

2:7 Correranno come [huomini] prodi; saliranno sopra le mura, come huomini di guerra; e ciascun di essi andrà a suo camino, non sturberanno i lor sentieri.

2:8 E l' uno non incalcerà l' altro: ciascuno caminerà per la sua strada: e s' avventeranno per mezo le spade, [e] non saranno feriti.

2:9 Camineranno per la città, correranno sopra le mura, saliranno nelle case; entreranno per le finestre, a guisa di ladro.

2:10 La terra si commoverà davanti a loro, i cieli tremeranno; il sole, e la luna imbruniranno; e le stelle sottrarranno il loro splendore.

2:11 E 'l Signore manderà fuori la sua voce davanti al suo esercito: il suo campo [sarà] pur grandissimo, l' esecutore della sua parola [sarà] pur poderoso, il giorno del Signore [sarà] pur grande, e grandemente spaventevole: e chi lo potrà sostenere?

2:12 Ma pur' anche, hora, dice il Signore, convertitevi a me di tutto 'l cuor vostro, e con digiuno, e con pianto, e con cordoglio.

2:13 E stracciate i vostri cuori, e non i vostri vestimenti; e convertitevi al Signore Iddio vostro: percioche egli [è] gratioso, e pietoso; lento all'ira, e di gran benignità, e si pente del male.

2:14 Chi sa se egli si rivolgerà, e si pentirà; e lascerà dietro a quello qualche benedittione; qualche offerta di panatica, e da spandere, [da fare] al Signore Iddio vostro?

2:15 Sonate con la tromba in Sion, ordinate il digiuno, bandite la solenne raunanza.

2:16 Adunate il popolo, santificate la raunanza, congregate i vecchi, accogliete i piccioli fanciulli, e quelli che lattano anchora: esca lo sposo della sua cameretta; e la sposa, della sua camera di nozze.

2:17 Piangano i sacerdoti, ministri del Signore, fra 'l portico, e l' altare: e dicano, Perdona, Signore, al tuo popolo; e non esporre la tua heredità a vituperio, tal che le genti la signoreggino: perche direbbesi fra' popoli, Dove [è] l'Iddio loro?

2:18 Hor' è il Signore ingelosito per cagion del suo paese, e s' è mosso a compassione inverso 'l suo popolo.

2:19 E 'l Signore ha risposto, & ha detto al suo popolo, Ecco, io vi mando formento, mosto, & olio: e voi ne sarete satiati: e non v' esporrò più a vituperio fra le genti.

2:20 Et allontanerò da voi il Settentrionale, e lo sospignerò in terra arida, e diserta; la parte dinanzi di esso, verso 'l mare Orientale; e la sua estremità, verso 'l mare Occidentale: e la puzza di esso salirà, e l' infettione ne monterà, dopo che havrà fatte cose grandi.

2:21 Non temere, o terra: festeggia, e rallegrati: percioche il Signore ha operato cose grandi.

2:22 Non temiate, bestie della campagna: percioche i paschi del diserto hanno germinato, e gli alberi hanno portato il lor frutto; il fico, e la vite, han produtta la lor virtù.

2:23 E [voi], figliuoli di Sion, festeggiate, e rallegratevi nel Signore Iddio vostro: percioche egli v' ha data la pioggia giustamente; e v' ha fatto scendere la pioggia della prima, e dell' ultima stagione, nel primo [mese].

2:24 E l' aie saranno ripiene di formento; & i tini traboccheranno di mosto, e d' olio.

2:25 Et io vi ristorerò dell' annate, che le locuste, i bruchi, i grilli, e le rughe, quel mio grande esercito, che io havea mandato contro a voi, hanno mangiate.

2:26 E voi mangerete abbondantemente, & a satietà; e lauderete il nome del Signore Iddio vostro, ilquale havrà operato maravigliosamente inverso voi: e 'l mio popolo non sarà giammai più confuso.

2:27 E voi conoscerete che io [sono] in mezo d' Israel; e che io, senza più, [sono] il Signore Iddio vostro: e 'l mio popolo non sarà giammai più confuso.

2:28 Et avverrà dopo queste cose, che io spanderò il mio Spirito sopra ogni carne; & i vostri figliuoli, e le vostre figliuole, profetizzeranno; i vostri vecchi sogneranno de' sogni, & i vostri giovani vedranno delle visioni.

2:29 Etiandio sopra i servi, e le serve, spanderò io in que' dì il mio Spirito.

2:30 E farò prodigi in cielo, & in terra; sangue, e fuoco, e colonne di fumo.

2:31 Il sole sarà mutato in tenebre, e la luna diventerà sanguigna; avanti che venga il grande, e spaventevole giorno del Signore.

2:32 Ma avverrà, che chiunque invocherà il nome del Signore, sarà salvato: percioche nel monte di Sion, & in Ierusalem, vi sarà scampo; sicome ha detto il Signore; e fra i rimasi, che 'l Signore havrà chiamati.

3:1 Percioche, ecco, in que' giorni, & in quel tempo, che ritirerò Iuda, e Ierusalem, di cattività:

3:2 Io raunerò tutte le nationi, e le farò scendere nella valle di Iosafat; e verrò quivi a giudicio con esse, per lo mio popolo; e per Israel, mia heredità; percioche [l'] havranno disperso fra le genti, & havranno spartito il mio paese:

3:3 Et havranno tratta la sorte sopra 'l mio popolo, e dato un fanciullo per lo [prezzo] d' una meretrice; e venduta una fanciulla per del vino da bere.

3:4 Et anche, che mi [siete] voi, o Tiro, e Sidon, e tutti i confini della Palestina? mi rendereste voi retributione? mi ricompensereste voi? tosto, e prestamente, io vi renderò la vostra retributione in su 'l capo.

3:5 Percioche voi havete predato il mio oro, e 'l mio argento; & havete recate dentro i vostri tempi le mie care migliori cose.

3:6 Et havete venduti i figliuoli di Iuda, & i figliuoli di Ierusalem, a' figliuoli de' Greci; per dilungargli dalla lor contrada.

3:7 Ecco, io gli farò muovere dal luogo, dove, havendogli voi venduti, [sono stati condotti;] e vi renderò la vostra retributione in su 'l capo.

3:8 E venderò i vostri figliuoli, e le vostre figliuole, in man de' figliuoli di Iuda; iquali gli venderanno a' Sabei, [per esser condotti] ad una natione lontana: percioche il Signore ha parlato.

3:9 Bandite questo fra le genti, ordinate la battaglia, fate muovere gli [huomini] prodi: accostinsi, e salgano tutti gli huomini di guerra.

3:10 Fabbricate spade delle vostre zappe, e lance delle vostre falci: dica il fiacco, Io [son] forte.

3:11 Adunatevi, e venite, o nationi tutte, d' ogni intorno; & accoglietevi insieme: quivi fa, o Signore, scendere i tuoi prodi.

3:12 Muovansi, e salgano le nationi alla valle di Iosafat: percioche quivi sederò per guidicare tutte le nationi d' ogni intorno.

3:13 Mettete la falce [nelle biade,] percioche la ricolta è matura: venite, scendete; percioche il torcolo è pieno, i tini traboccano: conciò sia cosa che la lor malvagità [sia] grande.

3:14 Turbe, turbe, alla valle del [giudicio] determinato: percioche il giorno del Signore, nella valle del [giudicio] determinato, [è] presso.

3:15 Il sole, e la luna, sono imbruniti; e le stelle hanno sottratto il loro splendore.

3:16 E 'l Signore ha ruggito da Sion, & ha mandata fuori la sua voce da Ierusalem; e 'l cielo, e la terra, hanno tremato: ma il Signore [è] un ricetto al suo popolo, & una fortezza a' figliuoli d' Israel.

3:17 E voi conoscerete che io [sono] il Signore Iddio vostro, che habito in Sion, monte mio santo: e Ierusalem [sarà] tutta santità; e stranieri non passeranno più per essa.

3:18 Et avverrà in quel giorno, che i monti stilleranno mosto; & i colli si struggeranno in latte, e tutti i letti dell' acque di Iuda correranno [pieni] d' acque: & una fonte uscirà della casa del Signore, & adacquerà la valle di Sittim.

3:19 Egitto sarà recato a disolatione, & Edom ridotto in diserto di disolatione; per l' ingiuria [fatta] a' figliuoli di Iuda: conciò sia cosa che habbiano sparso il sangue innocente nel lor paese.

3:20 Ma Iuda sarà stantiato in eterno; e Ierusalem, per ogni età.

3:21 Et io purgherò il sangue loro, [il quale] io non havea purgato: e 'l Signore habiterà in Sion.


Vai ad inizio pagina.